Vai al contenuto

Sul concetto di brand value

Quanti sono 2.667 miliardi di dollari? È il valore stimato da Interbrand delle 100 marche più forti del mondo (non il valore delle aziende nel loro complesso, ma solo il valore aggiunto dal brand). Ma quanti sono?

È difficile farsi un’idea del ruolo dei brand nella società e nella vita delle persone parlando di valore economico (o brand value). Eppure ho scoperto che osservando la classifica Best Global Brands di Interbrand si possono cogliere, di riflesso, alcune grandi dinamiche culturali e averne conferma. Date un’occhiata, ad esempio, alla 14ª posizione.

La classifica Best Global Brands di Interbrand, relativa all’anno 2021.

Il brand Tesla è passato in un anno dal 40° al 14° posto con un incredibile +184%. Tesla non è solo un’azienda che produce macchine, ma un leader culturale nella transizione verso una società con meno emissioni. Tutta la classifica di Interbrand riflette questo nuovo ruolo delle marche, che sempre di più stanno estendendo la loro sfera di influenza oltre la loro categoria merceologica per investire aspetti sociali importanti per le persone.

Il reale valore economico delle marche è connesso invisibilmente, ma indissolubilmente, al loro ruolo culturale. I brand non sono titoli finanziari, che esistono in un sistema perlopiù separato dalla realtà quotidiana. Sono entità vive che esistono letteralmente nella testa delle persone e il loro valore economico, dunque, è una conseguenza della cultura che creano.

P.S. Nel quarto episodio di Brandroad ne ho parlato con la managing director di Interbrand Lidi Grimaldi, lo trovate qui.